I Quaderni di Arda #2

35.00 

Categoria:

Questo secondo numero dei Quaderni di Arda raccoglie gli atti del convegno tenutosi all’Università di Trento nel dicembre del 2020, intitolato “Fallire sempre meglio: tradurre Tolkien, Tolkien traduttore”. A offrire il titolo al convegno è la celebre citazione di Samuel Beckett «Try again. Fail again. Fail better», perfetta per descrivere l’impresa di tradurre un testo da un contesto linguistico a un altro. Impresa destinata a essere sempre frustrata, sempre rimessa in discussione, e suscettibile di mille alternative. Ma proprio per questo estremamente affascinante, e soprattutto utile per tornare all’originale con occhi nuovi e riscoprirlo. Le opere di Tolkien sono indagate proprio dai due attuali traduttori italiani di Tolkien, Ottavio Fatica e Luca Manini, i quali si occupano sia dello stile dell’autore sia dell’impresa di tradurlo nella nostra lingua. Fanno da contraltare la traduttrice storica del Lo Hobbit e del Signore degli Anelli in Finlandia, Kersti Juva, e quella olandese Renée Vink che spiegano le difficoltà della poesia tolkieniana. Un’altra decina di contributi approfondisce la storia editoriale in Paesi come Svezia, Francia, Germania, Russia, Spagna e Portogallo. Ed è indagata anche la traduzione dalla letteratura ad altri mezzi narrativi come le mappe, l’arte il cinema e la musica. Concludono il volume le sezioni Off ed Extra con saggi bonus per i lettori della rivista. PRE-ORDINA IL SECONDO NUMERO DELLA RIVISTA.

Per maggiori approfondimenti: quadernidiarda.it

Recensioni

Non sono presenti recensioni.

Recensisci per primo “I Quaderni di Arda #2”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *